Collegamento interno per siti web di e-commerce

I collegamenti interni possono aiutare a spingere il potere alle pagine che desideri classificare.

L'obiettivo finale è quello di classificare le tue categorie e i tuoi prodotti più in alto, per più frasi per generare più vendite per il tuo negozio.

Ma per farlo deve essere fatto correttamente, quindi iniziamo.

Cos'è un collegamento interno?

Ci sono due tipi di link su una pagina, link interni e link esterni.

E collegamento interno significa semplicemente un collegamento che ti porta a una pagina sullo stesso sito Web, al contrario di un collegamento esterno che ti porta a una pagina su un sito Web diverso.

Collegamenti interni ed esterni in HTML

In html, un collegamento interno sul sito web domain.com sarebbe:

clicca qui

E un collegamento esterno sul sito web domain.com sarebbe:

visita un altro sito web

I vantaggi del collegamento interno sui siti web di e-commerce

A volte questa strategia può sembrare eccessiva, ma in realtà può fornire vantaggi significativi.

Il numero di link interni che entrano in una pagina mostra a Google quanto sia una priorità. Il testo di ancoraggio e l'argomento della pagina di tali collegamenti aiutano a informare Google dell'argomento pertinente di cui tratta la pagina.

Il collegamento interno intelligente ti aiuterà a classificare le tue pagine più importanti con meno esterne SEO investimento.

Struttura di collegamento interna esistente

Spesso è utile analizzare la struttura attuale del tuo sito web, per vedere a quali pagine viene data la priorità agli occhi di Google.

Questo può essere fatto visitando Google Search Console, facendo clic sul menu a discesa del traffico di ricerca e facendo clic sul collegamento interno.

Link interni nella Google Search Console

Qui puoi vedere tutte le pagine a cui ti colleghi all'interno del tuo sito in ordine di link e dovrebbe contenere un elenco delle tue pagine più importanti (categorie e prodotti).

Tipi di collegamento interno

Ci sono vari posti che puoi collegare ad altre pagine del tuo sito web:

  1. Collegamenti di navigazione: questi sono i collegamenti del menu, che aiutano gli utenti a individuare il contenuto che desiderano.
  2. Link a piè di pagina: vengono spesso utilizzati dai SEO per creare collegamenti a pagine non appropriate nella barra di navigazione e sono spesso scontati da Google.
  3. Link alla barra laterale: di solito vengono ripetuti abbastanza spesso nel tuo sito, spesso utilizzati per promuovere offerte e altri contenuti correlati.
  4. Link contestuali: si tratta di link contenuti all'interno del contenuto univoco della pagina stessa, ad esempio una descrizione di categoria.

In questa guida ci concentreremo sui link contestuali, poiché questi possono fare la differenza più grande per le classifiche immediate dei tuoi negozi.

Tattiche di collegamento interno specifiche per l'e-commerce

Ecco i diversi tipi di collegamento interno che andranno a vantaggio delle classifiche del tuo negozio di e-commerce.

Trovare pagine con link equity

Le pagine con i migliori link in entrata saranno in grado di fornire più potenza alle tue sottopagine tramite link interni.

Pertanto vogliamo elencare le nostre pagine più potenti e collegarle alle nostre pagine più importanti (quelle che vogliamo classificare).

In ahrefs, questo può essere fatto inserendo il tuo sito in Site Explorer strumentoe selezionando "Best by links" nella colonna di sinistra.

Pagine ordinate per link in entrata in ahrefs

 

Testo di ancoraggio per collegamenti interni

Come i link in entrata, il testo di ancoraggio dei link interni non dovrebbe essere abusato.

Su un sito di e-commerce avrai spesso già molti link interni a corrispondenza esatta dalla navigazione, breadcrumb ed elenchi di categorie, quindi è importante utilizzare varianti e sinonimi a coda lunga per diversificare il tuo anchor text interno.

Sebbene non ci sia un rapporto specifico da seguire, sii semplicemente descrittivo con il tuo testo di ancoraggio, ad esempio invece di "televisori hd" potresti usare "acquista la nostra migliore selezione di televisori in alta definizione qui".

Dove aggiungere collegamenti interni sui siti web di e-commerce

Ci sono varie posizioni, oltre alla navigazione, al piè di pagina, alle barre laterali e ai breadcrumb, dove è possibile aggiungere collegamenti interni.

1. Post di blog / pagine informative pertinenti

Ci sono buone probabilità che produciate regolarmente contenuti rilevanti per il settore e / o che abbiate pagine di informazioni pertinenti sui vostri prodotti o Servizi sul tuo sito web.

All'interno di questo contenuto è possibile aggiungere collegamenti interni, a categorie importanti e pertinenti e prodotto pagine.

2. Descrizioni delle pagine delle categorie

Una buona pagina di categoria contiene molto testo e informazioni pertinenti sul tipo di prodotto e può anche includere alcuni ottimi link interni ai prodotti principali e ad altre categorie.

Potresti avere pagine di confronto dei prodotti, elenchi dei migliori acquisti o pagine di vendita, che potrebbero trarre vantaggio dai collegamenti interni in questa pagina.

3. Descrizioni dei prodotti

L'aggiunta di collegamenti alle descrizioni dei prodotti non è sempre appropriata. Spesso l'utente deve solo vedere i prodotti correlati di seguito, nel caso in cui desideri un prodotto diverso dopo la navigazione.

Tuttavia, ci sono alcune situazioni in cui l'aggiunta di collegamenti a variazioni simili del prodotto, ad esempio colori e specifiche differenti, o forse buoni pacchetti, potrebbe essere sia rilevante che buono per le classifiche.

Evitare la cannibalizzazione delle parole chiave

Sebbene l'utilizzo di una vasta gamma di anchor text internamente sia positivo, non vuoi scivolare nella confusione di Google sull'argomento della pagina.

Assicurati di utilizzare solo la frase specifica che descrive la tua categoria o prodotto, altrimenti potresti ritrovarti con ciò che è noto come cannibalizzazione delle parole chiave (maggiori informazioni qui).

Se hai domande o hai bisogno di aiuto con il collegamento interno del tuo e-commerce, non esitare a scrivermi a [email protected]

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per votarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 2

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Cerchiamo di migliorare questo post!

Diteci come possiamo migliorare questo post?

Matt Jackson

Specialista SEO e-commerce, con oltre 8 anni di esperienza a tempo pieno nell'analisi e nella correzione di siti Web di shopping online. Esperienza pratica con Shopify, Wordpress, Opencart, Magento e altri CMS.
Ho bisogno di aiuto? Scrivimi per maggiori informazioni, a [email protected]

Questo post ha commenti 2
  1. Ciao Matt
    Allora cosa devo fare per affrontare il problema di Google (e dei vari strumenti SEO) dicendo che la mia categoria di navigazione principale ha troppi link verso l'esterno (anche se interni)? Voglio che le persone siano in grado di navigare direttamente alle sottocategorie, quindi i link devono essere lì. Fare tutto tranne l'attuale sotto-dipartimento link nofollow sarebbe d'aiuto?

    1. Ciao Andy,
      Hai un esempio in cui Google ha identificato troppi link interni? Mi suona come nuovo.
      Per quanto riguarda gli strumenti, mi fiderei dei risultati rispetto agli strumenti poiché spesso utilizzano la logica legacy.
      La SEO si muove così velocemente in questi giorni che le cose diventano obsolete in mesi anziché anni.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *