Ricerca di parole chiave esperta per migliori risultati SEO

Le parole chiave sono fantastiche.

Fanno il SEO il mondo gira.

Ma stai facendo la tua ricerca sul kw nel modo giusto?

Stai facendo più male che bene, con più pagine che hanno come target gli stessi termini?

Potresti perdere un ampio segmento di mercato perché non hai effettuato ricerche adeguate?

Beh, non temere, questa guida ti aiuterà a fare la ricerca di parole chiave nel modo giusto e a impostare il tuo sito web per dominare in ogni settore.

Continua a leggere guerriero delle parole chiave!

Che cos'è la ricerca per parole chiave?

La definizione di ricerca per parole chiave è scoprire le parole chiave che i tuoi clienti utilizzano all'interno di un motore di ricerca come Google e includerle nelle pagine del tuo sito web per posizionarti più vicino alla posizione 1.

In che modo la ricerca per parole chiave aiuta con la SEO?

La ricerca per parole chiave aiuta i tuoi sforzi SEO perché i motori di ricerca classificano il tuo sito web più in alto a seguito dell'inclusione di parole chiave utilizzate dai tuoi clienti. Con l'introduzione dell'algoritmo del colibrì in Google (agosto 2013), considerano anche i sinonimi come aventi un valore simile al termine principale.

La ricerca per parole chiave è morta?

Finché i motori di ricerca esistono con i clienti che li cercano, la ricerca per parole chiave non morirà mai. Infatti durerebbe più a lungo del SEO, se i risultati cambiassero a tutti i PPC.

Strategia di ricerca per parole chiave per siti Web di e-commerce

Quindi veniamo al punto, come effettui la ricerca per parole chiave per un sito di e-commerce?

Esistono varie sezioni della canalizzazione di marketing che indicano dove si trova il cliente nel ciclo di acquisto:

Fasi dell'imbuto di marketing

Image credit: Vendite automatizzate facili

Per la nostra categoria di e-commerce e prodotto pagine ci concentreremo sulle aree di decisione e di azione, dove l'intento di acquisto è più chiaro. Le fasi di consapevolezza e interesse possono essere aree utili per la ricerca di post sul blog in un secondo momento.

Creazione di un elenco di semi

Ora ovviamente avrai una vaga idea delle parole chiave di livello base per i tuoi prodotti, ma questa è solo la punta dell'iceberg, e quelli che hanno successo nell'e-commerce sono quelli che trovano le varianti che non sono così conosciute.

Prima di passare a fare qualsiasi altra cosa, tu (o tu e il tuo team) dovreste riflettere su ogni possibile soluzione e beneficiare dei vostri prodotti.

Chi aiutano? Quali sono le loro particolarità? In quale scenario si trovano? Come sono unici contro la concorrenza?

Ciò ti aiuterà a comprendere le potenziali intenzioni degli utenti dei tuoi clienti e ad ampliare la tua mente alle varianti di parole chiave di cui potresti non essere a conoscenza.

Genera gli elenchi di parole chiave principali: utilizza gli strumenti giusti

Ricerca di parole chiave del prodotto

"Non portare un coltello a uno scontro a fuoco" come dice il proverbio, beh, non fare ricerca per parole chiave senza gli strumenti giusti perché perderai.

I due strumenti per le parole chiave che consiglio impianti completi per la produzione di prodotti da forno SEMRush e Ahrefs, in quanto possono aiutare a compilare molte informazioni e mostrare i dati sulla classifica della concorrenza. Mi piace usarli entrambi per assicurarmi che nessun dato venga perso.

Per fare ciò per una categoria, inserisci la parola chiave principale per la tua categoria in ciascuna parola chiave strumentoed esporta l'elenco completo delle parole chiave correlate e suggerite da esse (queste variano in base al fornitore, ma le vuoi tutte).

Successivamente è necessario copiare ciascuno di questi elenchi in un elenco principale, questo è il tuo elenco di parole chiave principali per la tua categoria.

Ora Google la tua parola chiave della categoria principale e scegli la pagina dei migliori concorrenti e incollala nel file SEMRush sezione del dominio. Questo ti mostrerà tutte le parole chiave per cui si posiziona la pagina.

Esporta l'elenco di parole chiave e aggiungilo al foglio principale della categoria.

Suggerimenti Google extra - Ubersuggest + Google Immagini

Ubersuggest

Ora, anche se avrai già molte parole chiave, puoi utilizzare i suggerimenti di Google per trovare ancora più varianti.

Il mio modo preferito per farlo è andare prima a Ubersuggeste digita la parola chiave principale per la tua categoria. Quindi spunta solo il suggerimento di Google (n Pianificatore di parole chiave) e per esportare quelle parole chiave e aggiungerle all'elenco principale.

Il passaggio successivo consiste nell'utilizzare i suggerimenti di immagini di Google che sono abbastanza nuovi e che si trovano in alto su uno scroller quando cerchi la tua parola chiave nelle immagini di Google. Raccogli queste parole chiave e aggiungile al tuo foglio principale.

Google Trends

Se andate a Google Trendse digita la parola chiave della tua categoria principale, quindi seleziona il Paese di destinazione, spesso puoi ottenere alcune varianti di parole chiave a cui potresti non aver pensato. Questi dovrebbero essere aggiunti al tuo foglio principale.

Raggruppare le parole chiave insieme

Ora hai bisogno di un modo per raggruppare i tuoi datie per questo utilizziamo lo strumento gratuito Raggruppatore di parole chiave.

Per utilizzare questo strumento, scaricalo e aprilo nel tuo browser. Successivamente incolla il tuo elenco principale nella casella delle parole chiave principale, imposta la lunghezza minima del gruppo a circa 6 e aggiungi la tua parola chiave principale (e la versione plurale / non plurale) all'elenco delle esclusioni, quindi eseguila.

Ciò fornirà gruppi utili di dove le parole chiave contengono parole simili e aiuta a identificare potenziali sottocategorie / sotto-intenzioni.

Raggruppatore di parole chiave

Questi gruppi dovrebbero essere una buona indicazione di ciò che dovrebbero essere le tue sottocategorie, tuttavia dovremo verificarlo con alcuni passaggi aggiuntivi.

Google ogni termine di sottocategoria per vedere cosa appare nei primi 3 risultati di Google. Se viene visualizzata una pagina specifica per questa parola chiave, la vogliamo come sottocategoria. Se viene visualizzata una pagina della categoria di termini principali, non vogliamo una pagina specifica per questo (probabilmente invece un filtro).

Evitare i cannibali - Condensare ulteriormente la lista

Ora potresti pensare di avere un enorme elenco di parole chiave uniche per cui ottimizzare, ma la realtà è che queste saranno condensate in una quantità minore di pagine.

Avere una pagina univoca per ogni piccola variazione di parola chiave non va bene, poiché porta a ciò che è noto come cannibalizzazione delle parole chiave (vedere di più qui).

Il modo più semplice per verificarlo quando si esegue una ricerca è quello di Google le tue parole chiave e vedere cosa appare nei risultati di Google, e questo di solito indicherà se è richiesta o meno una pagina unica o se deve essere inclusa come parte di una grande paginaleggi l'articolo per una guida più dettagliata).

Dopo aver identificato potenziali cannibali l'uno dell'altro, dovresti raggrupparli insieme nel tuo documento per assicurarti che la stessa pagina sia ottimizzata per loro nel processo di mappatura.

Mappatura delle parole chiave alla struttura del sito

Una volta fatto questo per ogni possibile categoria, sarà il momento di decidere la struttura del tuo sito web e dove assegnare le tue parole chiave.

Perché cerco di evitare l'ottimizzazione del prodotto

Forse ti starai chiedendo perché non ho ancora menzionato l'ottimizzazione del prodotto.

Personalmente preferisco avere più categorie e mantenere l'ottimizzazione del prodotto al minimo perché i prodotti spesso vanno e vengono (specialmente in un negozio più grande), il che significa che l'URL sarà spesso 404 o reindirizzato, o più semplicemente avrà un'alta frequenza di rimbalzo quando esaurisce le scorte.

Ciò rende le classifiche meno coerenti, rispetto a una pagina di categoria che prende di mira la frase che dovrebbe sempre avere qualcosa da offrire all'utente e rimanere coerente nel tempo.

Ci sono ovvie eccezioni a questa regola, ad esempio, se nessuna pagina di categoria viene classificata nella prima pagina di una query, questa dovrebbe essere assegnata a una pagina di prodotto, ma la vedo come ultima risorsa.

Puoi leggere il mio pagina completa del prodotto guida seo qui.

Struttura URL

Il modo in cui strutturi le categorie, le sottocategorie e gli URL dei prodotti per il tuo negozio dipenderà in larga misura dal fatto che tu abbia un negozio di nicchia o di ampia categoria.

Per una versione breve:

  1. Se hai un negozio di nicchia, le categorie possono essere direttamente dalla home page, con la home page che prende di mira la tua parola chiave di nicchia più alta / più competitiva. Un esempio potrebbe essere: besttvs.net, con la sottocategoria di "TV HD": besttvs.net/hd-tvs
  2. Se hai un negozio ampio, le tue categorie avranno una categoria principale principale. Un esempio potrebbe essere: bestelectronics.net, con la sottocategoria di "TV HD": bestelectronics.net/tvs/hd-televisions

Per una guida dettagliata su ecommerce struttura del sito, puoi leggi il mio articolo su di esso qui.

Ricorda l'intento dell'utente dietro le query

Ricorda che solo perché hai una pagina sull'argomento non significa che ti classificherai, richiede che la pagina soddisfi le intenzioni degli utenti quando cercano quella query, e quindi dovrebbe adattarsi alla forma delle pagine già classificate nella posizione 1- 3.

Senza questo ti ritroverai con scarsi segnali di coinvolgimento degli utenti (come la frequenza di rimbalzo) e finiscono per classificarsi male, indipendentemente dal numero di link che punti alla pagina.

Con l'introduzione di Rankbrain, l'idea di parole chiave di racconto lungo / medio è irrilevante, hai semplicemente parole chiave che richiedono una pagina unica e quelle che non lo fanno. E questo può cambiare da diversi dispositivi, ad esempio un cercatore su mobile potrebbe essere necessaria un'esperienza utente diversa da quella sul desktop, quindi dovresti sempre esserlo controllando i primi 3 risultati su dispositivi mobili e desktop per verificare questo fattore.

Puoi leggere di più su come strutturare qui le pagine delle categorie di e-commerce.

Domande e risposte sulla ricerca per parole chiave

Spesso puoi ottenere un posizionamento migliore e aiutare l'utente pubblicando contenuti (sulle tue pagine principali o su pagine separate) attorno alle domande dei clienti all'interno di Google.

Per ricercare queste domande, ho due metodi.

  1. Collegati al sito web Answerthepublic.com e digita la tua parola chiave, questo riporterà il risultato di domande comuni.
  2. Vai su Google, digita "site: quora.com keyword" senza virgolette e vedrai un elenco di domande di nicchia su Quora. Un altro modo per farlo è mettere Quora.com in SEMrush e filtra le loro parole chiave di posizionamento in base alla tua parola chiave di destinazione + posizione 1-9.

Ricorda che quando scrivi di questi dovresti prima controllare su Google per vedere se una pagina principale è in classifica o una domanda specifica, e decidere da lì come pubblicare i tuoi contenuti.

Ricerca di parole chiave specifica per piattaforma

Amazon: puoi raccogliere le parole chiave di suggerimento automatico di Amazon per avere un'idea dei termini correlati: https://keywordtool.io/amazon

Youtube: puoi raccogliere il suggerimento automatico di Youtube in modo simile con una variazione del loro strumento: https://keywordtool.io/youtube

Consigli per parole chiave specifiche per situazioni

SEO locale: a volte la tua area potrebbe essere troppo piccola per avere a disposizione dati sulle parole chiave. Se questo è il caso, lavora semplicemente sulle informazioni nazionali e rendile specifiche a livello locale quando le aggiungi al tuo sito web.

Affiliato SEO: cercherete parole chiave di livello leggermente superiore rispetto a un sito di e-commerce, concentrandovi sui confronti e sui tipi di parole chiave migliori / recensite.

Siti di nicchia: devi guardare a Google come se fossi un'autorità in materia, quindi dovresti coprire ogni angolo informativo della tua nicchia specifica, senza lasciare scoperto alcun argomento.

Pensieri famosi di SEO su KW Research

Pat Flynn: consiglia Indeed Trends per trovare informazioni sui lavori di tendenza: http://www.indeed.com/jobtrends

Brian Dean: "Quando si tratta di scegliere le parole chiave, l'intento commerciale è in realtà PIÙ importante del volume di ricerca."

Rand Fishkin: "Utilizza più fonti. Il mio forte suggerimento è che molte fonti contengono un solo tipo di dati e che tu desideri combinarli ".

Neil Patel: Consiglia di utilizzare HitTail perché utilizza i dati di Google Search Console per i suggerimenti.

Glen Allsopp: Glen consiglia di utilizzare Wikipedia per trovare i termini attorno al tuo argomento, il che aiuta anche a identificare le diverse connessioni tra gli argomenti.

Servizi di ricerca per parole chiave

Consiglio sempre di farlo da solo, tuttavia potresti essere in grado di acquistare esportazioni di parole chiave da luoghi come Fiverr, Odesk, Freelancero Upwork.

Se dovessi porre domande di intervista a un potenziale fornitore di servizi, gli chiederei semplicemente se utilizza più di uno strumento e se ha compreso le idee alla base di Rankbrain e della cannibalizzazione delle parole chiave.

Altri strumenti degni di nota

  • SEO Powersuite
  • Long Tail Pro
  • Scrapebox
  • Samurai mercato

Considerazioni finali

Questa guida lascia un po 'di spazio per l'espansione, ma penso che dovrebbe aiutarti a iniziare a creare un sito di e-commerce che domina la nicchia.

Se hai bisogno di domande, puoi sempre contattarmi: [email protected]

Se vuoi saperne di più su di me, clicca qui.

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per votarla!

Voto medio 5 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

Siamo spiacenti che questo post non sia stato utile per te!

Cerchiamo di migliorare questo post!

Diteci come possiamo migliorare questo post?

Matt Jackson

Specialista SEO e-commerce, con oltre 8 anni di esperienza a tempo pieno nell'analisi e nella correzione di siti Web di shopping online. Esperienza pratica con Shopify, Wordpress, Opencart, Magento e altri CMS.
Ho bisogno di aiuto? Scrivimi per maggiori informazioni, a [email protected]

Questo post ha commenti 0

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *